Condizioni Generali

1. Mantova Aste Valdaro SRLS è incaricata a vendere gli oggetti affidati in nome e per conto dei mandanti, come da atti registrati all'Ufficio I.V.A. di Mantova. Gli effetti della vendita influiscono direttamente sul Venditore e sul Compratore, senza assunzione di altra responsabilità da parte della Mantova Aste Valdaro SRLS oltre a quelle derivanti dal mandato ricevuto.
2. L'acquirente corrisponderà un corrispettivo d'asta del 10% calcolato sul prezzo di aggiudicazione di ogni lotto .A tale corrispettivo dovrà essere aggiunta l'I.V.A. del 22% oltre a quella eventualmente dovuta sull'aggiudicazione.
3. I lotti contrassegnati con (*) sono stati affidati da soggetti I.V.A. e pertanto assoggettati ad I.V.A. come segue: 22% sul corrispettivo netto d’asta e 22% sul prezzo di aggiudicazione.
4. Le vendite si effettuano al maggior offerente. Non sono accettati trasferimenti a terzi dei lotti già aggiudicati. Mantova Aste Valdaro SRLS riterrà unicamente responsabile del pagamento l'aggiudicatario. Pertanto la partecipazione all'asta in nome e per conto di terzi dovrà essere preventivamente comunicata.
5. qualora sorga contestazione tra offerenti , il lotto disputato è rimesso immediatamente in asta sulla base dell’offerta in precedenza fatta .
6. la direzione non assume responsabilità oltre quelle derivante dalla qualità di intermediario,l’esposizione consente la prese d’atto dello stato di fatto degli oggetti l’acquirente puo’ farsi assistere dal proprio consulente ,con rinuncia ad ogni contestazione di vario genere da parte dell’acquirente , qualora risulti entro 10 gg., fondata difformità tra la descrizione e la qualità dell’oggetto ( purchè lo stesso non sia stato manomesso), il rapporto di vendità si esamina con con la restituzione della somma pagata all’acquirente e contestuale restituzione dell’oggetto senza altra pretesa .
7. Se il prezzo non è pagato l’oggetto viene posato a nuovo incanto ,a spese e sotto la responsabilità dell’aggiudicatario inadempiente ,qualora il bene rimane invenduto l’aggiudicatario dovrà corrispondere le provvigioni spettanti Mantova Aste Valdaro SRLS per la mancata vendita dell’oggetto già aggiudicato
8. Le valutazioni in catalogo sono puramente indicative ed espresse in Euro. Le descrizioni riportate rappresentano un'opinione e sono puramente indicative e non implicano pertanto alcuna responsabilità da parte di Mantova Aste Valdaro SRLS. Eventuali contestazioni dovranno essere inoltrate in forma scritta entro 10 giorni e se ritenute valide comporteranno unicamente il rimborso della cifra pagata senza alcun'altra pretesa.
9. L'asta sarà preceduta da un'esposizione, durante la quale il Direttore della vendita sarà a disposizione per ogni chiarimento; l'esposizione ha lo scopo di far esaminare lo stato di conservazione e la qualità degli oggetti, nonché chiarire eventuali errori ed inesattezze riportate in catalogo. Tutti gli oggetti vengono venduti "come visti".
10. Mantova Aste Valdaro SRLS può accettare commissioni d'acquisto (offerte scritte) dei lotti in vendita su preciso mandato, per quanti non potranno essere presenti alla vendita. I lotti saranno sempre acquistati al prezzo più conveniente consentito da altre offerte sugli stessi lotti, e dalle riserve registrate. Mantova Aste Valdaro SRLS non si ritiene responsabile, pur adoperandosi con massimo scrupolo, per eventuali errori in cui dovesse incorrere nell'esecuzione di offerte (scritte o telefoniche). Nel compilare l'apposito modulo, l'offerente è pregato di controllare accuratamente i numeri dei lotti, le descrizioni e le cifre indicate. Non saranno accettate mandati di acquisto con offerte illimitate.Nel caso di due offerte scritte identiche per lo stesso lotto, prevarrà quella ricevuta per prima.
11. Durante l'asta il Banditore ha la facoltà di riunire o separare i lotti.
12. I lotti sono aggiudicati dal Direttore della vendita; in caso di contestazioni, il lotto disputato viene rimesso all'incanto nella seduta stessa sulla base dell'ultima offerta raccolta. L'offerta effettuata in sala prevale sempre sulle commissioni d'acquisto di cui al n. 6.
13. L’aggiudicatario deve ritirare gli oggetti acquistato in loco entro le 48 ore successive all’esecuzione dell’asta, salvo diverso accordo con la direzione; (eventuale preventivo per il trasporto, chiedere al personale).
14. Gli acquirenti sono tenuti all'osservanza di tutte le disposizioni legislative e regolamenti in vigore relativamente agli oggetti sottoposti a notifica, con particolare riferimento alla Legge n. 1089 del 1 giugno 1939. L'esportazione di oggetti è regolata dalla suddetta normativa e dalle leggi doganali e tributarie in vigore. Mantova Aste Valdaro SRLS declina ogni responsabilità nei confronti degli acquirenti in ordine ad eventuali restrizioni all'esportazione dei lotti aggiudicati. L'aggiudicatario non potrà, in caso di esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato, pretendere dalla Mantova Aste Valdaro SRLS o dal Venditore alcun rimborso od indennizzo.
15. Il Decreto Legislativo del 22 gennaio 2004 disciplina l'esportazione dei Beni Culturali al di fuori del territorio della Repubblica Italiana, mentre l'esportazione al di fuori della Comunità Europea è altresì assoggettata alla disciplina prevista dal Regolamento CEE n. 3911/92 del 9 dicembre 1992, come modificato dal Regolamento CEE n. 2469/96 del 16 dicembre 1996 e dal Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001.
16. Mantova Aste Valdaro SRLS non risponde del rilascio dei relativi permessi previsti nè può garantirne il rilascio. La mancata concessione delle suddette autorizzazioni non possono giustificare l'annullamento dell'acquisto nè il mancato pagamento.
17. Si ricorda che i reperti archeologici di provenienza italiana non possono essere esportati.
18. Le seguenti forme di pagamento potranno facilitare l'immediato ritiro di quanto acquistato:
a) contanti fino a 2.999 euro;
b) assegno circolare soggetto a preventiva verifica con l’istituto di emissione;
c) assegno bancario di conto corrente previo accordo con la direzione amministrativa della Mantova Aste Valdaro SRLS.
d) bonifico bancario intestato a Mantova Aste Valdaro SRLS
Banca BNL di Mantova
IBAN IT 88 Q 01005 11500 00000000 4016
19. Il presente regolamento viene accettato automaticamente da quanti concorrono alla vendita all’asta. Per tutte le contestazioni è stabilita la competenza del Foro di Mantova.

 

Condizioni di Vendita del Mandato

1.Ai beni, oggetto del presente mandato, è attribuito un prezzo di riserva in Euro, prezzo al di sotto del quale, salvo diversi accordi scritti, gli oggetti non potranno essere venduti.
2.Il Titolare si riserva la facoltà di scegliere il momento e la sede più opportuna dove porre in asta i beni affidatigli.
3.Il Titolare agirà esclusivamente in qualità di mandatario senza rappresentanza ai sensi degli art. 1705 e ss. del Codice Civile al fine di vendere in nome dello stesso Titolare e per conto del mandante i beni oggetto del presente mandato .
4.I beni oggetto del presente mandato saranno messi a disposizione del Titolare al più presto possibile e dovranno essere ritirati, qualora invenduti, sempre a spese e rischio del mandante, entro 40 (quaranta) giorni dall'asta. Trascorso il termine di cui sopra, senza che il mandante abbia curato il ritiro o salvo che per essi non abbia concesso alla mandataria per iscritto una congrua riduzione dei prezzi di riserva, al fine di riproporli in asta, gli saranno addebitati i costi di deposito, in base alle tariffe giornaliere esposte al pubblico negli uffici del Titolare, secondo il valore e l 'ingombro dei beni.
5.Il mandato avrà validità di 1 (un) anno dalla data di emissione.
6.Il mandante metterà a disposizione del Titolare l' eventuale documentazione in proprio possesso, relativa all'autenticità e provenienza dei beni affidatigli , contemporaneamente alla consegna dei beni. Detta documentazione non verrà restituita in caso di aggiudicazione dei beni stessi. Previ preventivi accordi con il mandante, il Titolare potrà essere autorizzata a sottoporre i beni stessi a perizia da parte di qualificati esperti di settore esterni, anche trasferendoli, se necessario a tale scopo, presso terzi.
7.Il Titolare, a proprie spese e cura, nell'esecuzione del presente mandato, potrà pubblicizzare gli oggetti conferiti con ogni mezzo e strumento, ivi compreso internet.
8.Le spese relative all'assicurazione, al trasporto saranno a carico del mandante anche in caso di mancata vendita e saranno addebitate con regolare fattura. Le spese di trasporto saranno da concordare preventivamente sulla base del numero delle opere e/o, eventualmente, il loro ingombro.
9.Il mandante corrisponderà al Titolare, in caso di aggiudicazione, una commissione di vendita, calcolata sul prezzo di aggiudicazione, pari al 15,00% più IVA.
10.Il Titolare, quando ricorrano le condizioni per l 'applicazione della normativa sul cosiddetto "diritto di seguito" per le opere d'arte (R.D. 18 maggio 1942 n. 1369 e Regolamento di cui alla L. 22 aprile 1941 n. 633, modificati dal D.Lgs. 13 febbraio 118 e relativo Regolamento di cui al D.P.R. 29 dicembre 2007 n. 275), è tenuta a prelevare e trattenere dal prezzo di vendita dell 'opera il compenso dovuto all'Autore della medesima, in forza delle succitate disposizioni normative, e a versarlo, per conto del mandante, nei termini di legge alla Società Italiana Autori ed Editori. Il "diritto" spettante all'Autore è calcolato sul prezzo di vendita, al netto dell 'imposta, purché uguale o superiore a 3.000 Euro, applicando le seguenti percentuali: 4% fino a 50.000 Euro 3% tra 50.001 e 200.000 Euro 1% tra 200.001 e 350.000 Euro 0,5% tra 350.001 e 500.000 Euro 0,25% oltre 500.001 Euro. L'art.8 del D.Lgs.118 precisa che l'importo del compenso così calcolato non potrà eccedere i 12.500 Euro.
11.Gli oggetti si intendono venduti quando l 'aggiudicatario li ritira e ne versa il prezzo . Il Titolare informerà il mandante prima dell 'asta nel caso in cui un potenziale aggiudicatario richieda dilazioni di pagamento.
12.Perfezionata la vendita, il pagamento a favore del mandante, detratta l 'eventuale commissione (v. punto 9), il rimborso delle spese (v. punto 8) ed eventuali ulteriori costi sostenuti, verrà effettuato dopo 35 (trentacinque) giorni lavorativi dalla data della vendita, purché non vi siano contestazioni in corso e siano pervenuti gli eventuali nulla osta per l'esportazione, in caso di vendita all'estero.
13.In caso di contestazioni circa l'autenticità dei beni che fossero sollevate dall'acquirente dopo il pagamento, il Titolare ne darà immediata comunicazione al mandante e gli richiederà, laddove non le siano state già fornite (v. punto 6) la documentazione necessaria per dimostrare l 'autenticità del bene, riservandosi comunque la facoltà di annullare la vendita e restituire all 'acquirente l'importo pagato, nel caso in cui la contestazione risulti, a giudizio del Titolare, fondata. In tale caso, così come nel caso in cui la risoluzione o l 'annullamento della vendita sia dichiarato dall'autorità giudiziaria, il mandante sarà tenuto a restituire al Titolare il prezzo ricevuto a seguito della vendita, nonché a risarcire i danni tra i quali i pattuiti diritti d'asta facenti capo al mandante e all'aggiudicatario, calcolati sul prezzo di riserva.
14.In ogni caso, il Titolare, non è responsabile dell'autenticità dei beni posti all'asta.
15. Il mandatario consente al Titolare di comunicare solo a lui o persona appositamente delegata dopo l'asta l'esito dell'aggiudicazione.
16. In ogni caso il mandante sarà tenuto a rifondere al Titolare le spese sostenute per l'assicurazione, la custodia, le pubblicazioni e quant'altro espressamente pattuito.